Tornata elettorale

>> sabato 16 maggio 2009


Ragazzi, ricordando che dobbiamo presentarci alle urne per votare, europee alcuni anche le amministrative voglio postarvi questa divertente barzelletta, e quando entrerete nella cabina
spero ve ne ricorderete.

Anche ai Sardi qui che pur dando fiducia al caro Pdl si sono ritrovati con un bel G4 ( cioè mezzo G8) con soldi spesi e le cose fatte e lasciate a metà, o ai cari Abruzzesi qui che nella loro disgrazia si sono visti strumentalizzare e utilizzare il loro di G8 con i soldi spesi per fare cose non certo indispensabili e con la prospettiva di ritrovarsi alla fine dell'estate ancora nelle tende.

Un saluto di buon metà maggio a tutti i miei cari amici di blog a cui rivolgo sempre un pensiero anche se sono meno presente sulla rete. Un abbraccio Sisifo





Berluscao, essendo unto dal Signore, scivola e muore. Arriva alle porte del Paradiso, dove l’attende paziente San Pietro:
“Benvenuto in paradiso, eminenza. Prima di farla accomodare, devo purtroppo anticiparle che abbiamo un piccolo problema da risolvere.
Vede, è molto raro che un politico d’alto rango arrivi quì, e la verità è che non sappiamo cosa fare con lei. Così abbiamo deciso di farle trascorrere un giorno all’inferno e uno in paradiso, cosicchè lei possa scegliere liberamente dove trascorrere la sua eternità.”
San Pietro accompagna il nuovo arrivato all’ascensore e questi scende, scende fino all’inferno.
Si apre la porta e Berluscao si trova in mezzo ad un verdissimo campo di golf. In lontananza intravede un lussuoso club house; davanti, tutti i suoi amici politici che avevano lavorato con lui.
Gli corrono incontro e lo abbracciano commossi, ricordando i bei tempi andati, quando tutti insieme si arrichivano alle spalle degli italiani.
Decidono di fare una partita a golf e poi cenano tutti assieme al club house con caviale e aragosta.
Alla cena partecipa pure il diavolo, che in realtà si dimostra essere una persona molto simpatica, cordiale e divertente. Berluscao si diverte talmente tanto che non si accorge che è già ora di andare.
Tutti gli si avvicinano e prima che parta gli stringono calorosamente la mano, lasciandolo triste e profondamente commosso.
L’ascensore sale, sale e si riapre davanti alla porta del paradiso, dove San Pietro lo sta aspettando. Berluscao passa le successive 24 ore saltellando di nube in nube, suonando l’arpa, pregando e cantando.
Il giorno è lungo e noioso, ma finalmente finisce. Si presenta finalmente San Pietro che gli chiede: “Eminenza, ha trascorso un giorno all’inferno e uno in paradiso, ora può scegliere democraticamente dove trascorrere l’eternità.
Berluscao riflette un momento, si gratta la crapa e dice “ beh, mi consenta, in paradiso è stato tutto molto bello, però credo che sia stato meglio all’inferno”.
Allora San Pietro scrolla le spalle e lo accompagna all’ascensore. Scendi, scendi, giunge all’inferno.
Quando le porte si aprono, si ritrova in mezzo ad una terra deserta e piena di immondizie sparse dappertutto.
Vede tutti i suoi amici in tuta da lavoro che raccolgono il pattume e lo depositano in sacchi neri di plastica. Il diavolo gli si avvicina e gli mette un braccio attorno al collo, in segno di benvenuto.
“Non capisco...” balbetta Berluscao “ mi consenta, ieri qui c’era un campo da golf, e un club house, e abbiamo cenato a base di aragosta e caviale, e ci siamo divertiti un sacco. Ora la terra è solo un deserto pieno di spazzatura e i miei amici sembrano dei miserabili”.
Il diavolo lo guarda, sorride e gli dice:
“Amico mio, ieri eravamo in campagna elettorale.
Oggi, hai già votato per noi”.

6 Cosa mi dite?:

Il tecnico incaricato 16 maggio 2009 20:18  

...bella storia! Sono contento che almeno il diavolo sia riuscito a metterlo nel sacco!

Pape Satan Aleppe 16 maggio 2009 21:18  

Mitica! Bellissima!

lasettimaonda 17 maggio 2009 09:08  

Bellissima Sisifo....mi hai fatto fare una bella risata!!!
Grazie per le tue parole per Petra....certo che il mio cuore e pronto per amare tanti cani, ne ho altri due e miro al mini-branco!!!
Infatti non sò per quanto ancora resisterò senza dobermann: sono cani straordinari. Inoltre considera che si avvicina la fine delle scuole e......chissà perchè i cani abbandonati li troviamo tutti noi!!Però quello che mi manca è lei, come individuo, nella sua unicità e ci vuole un pò di tempo per smettere di soffrire!Ti saluto!Syl

Buba 17 maggio 2009 09:20  

ciao Sisifo, buona domenica anche a te, qui da noi sono iniziate già tutte le feste e iniziative del Maggio Legnanese.... tra due domeniche c'è il Palio come quello di Siena....

duhangst 17 maggio 2009 18:13  

Semplicemente fantastica!

Ormoled 18 maggio 2009 21:23  

Bellissima, così prova come ci si sente dall'altra parte.... se mai dovesse succedere :P
Ciao

nome ancestrale :Falena

....Vedi questo forellino?
Questa falena presto emergerà. Ora è dentro che lotta, che si scava la via attraverso la corteccia del bozzolo. Adesso la potrei aiutare... con il coltello... potrei allargare il foro e la falena sarebbe libera. Ma troppo debole per poter sopravvivere. In natura si lotta per diventare forti.....(Lost)

mind soul therapy

Le pagine di natale by Sisifo

C'è nessuno!!!

  © Blogger templates Shiny by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP